Home > Senza categoria > Mantova e la mediazione culturale

Mantova e la mediazione culturale

24 Marzo 2006


Premesso che:

il Comune di Mantova, nell?aderire alle Dichiarazioni Internazionali riguardanti il riconoscimento dei Diritti dell?Uomo, riconosce i diritti civili e politici delle Minoranze Etniche Linguistiche dei Sinti e dei Rom e considera la promozione e la protezione dei loro diritti fondamento a stabilire le politiche sociali dell?Amministrazione Comunale;

il Comune di Mantova tutela il patrimonio sociale e culturale delle Minoranze Etniche Linguistiche dei Sinti e dei Rom e favorisce la fruizione dei servizi pubblici, privati e del privato sociale per la tutela della loro salute, per la promozione del loro benessere sociale nonché per agevolare il perseguimento della loro autonomia economica e politica;

Il Comune di Mantova favorisce e promuove i rapporti tra le popolazioni rom e sinte, e la restante comunità mantovana, migliorando le inter-relazioni con le Istituzioni pubbliche nel rispetto delle identità culturali;

l?articolo 2 della Legge Regionale n.77/89 ?Azione regionale per la tutela delle popolazioni appartenenti alle etnie tradizionalmente nomadi o seminomadi? favorisce la partecipazione dei Rom e dei Sinti alla predisposizione degli interventi che li riguardano e salvaguarda la loro specificità culturale e linguistica;

tutto ciò premesso

Letto e recepito:
? la Raccomandazione n.1557, adottata dall?Assemblea Parlamentare del Consiglio d?Europa il 25 aprile 2002, sulla situazione giuridica delle Minoranze Etniche Linguistiche Rom e Sinte in Europa;
? la Raccomandazione n0 R (2000) 4 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sulla scolarizzazione dei fanciulli rom e sinti in Europa;
? la Risoluzione del Parlamento Europeo sulla Situazione dei Rom e dei Sinti nell?Unione Europea del 28 aprile 2005;
? il Protocollo d?Intesa stipulato tra il Ministero Istruzione, Università, Ricerca e l?Ente Morale Opera Nomadi Nazionale per la tutela dei minori sinti, rom e camminanti;
? il Rapporto di Alvaro Gil-Robles, Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa, sulla situazione dei Rom e dei Sinti in Italia dopo la sua visita del giugno 2005, Strasburgo, 14 dicembre 2005;

tra
il Comune di Mantova
e
l?Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Mantova

si conviene e si stipula quanto segue:

Articolo 1
Oggetto della convenzione

Il Comune di Mantova e l?Ente Morale Opera Nomadi considerano la mediazione culturale l?indispensabile metodologia di interazione, diretta alla agevolazione dei contatti ed alla costruzione di relazioni tra gli appartenenti alle culture sinte e rom ed i soggetti, pubblici e privati, della restante comunità mantovana, per la realizzazione di una cultura della conoscenza reciproca, del dialogo e della comprensione fondata sulla acquisizione responsabile di diritti reciproci.

La gestione dell?Area Attrezzata a Sosta per Sinti italiani di via Learco Guerra, 23 è il presupposto di base capace di creare stabilità e sicurezza nella maggiore comunità rom/sinta presente a Mantova.

Il Comune di Mantova e l?Ente Morale Opera Nomadi considerano fondamentale la costruzione di progetti che portino alla realizzazione di microaree e al supporto delle famiglie sinte nella realizzazione di insediamenti privati per la definitiva chiusura dell?Area di viale Learco Guerra, entro quattro anni.

Articolo 2
Oneri dell?Ente Morale Opera Nomadi, attività di mediazione culturale

L?Ente Morale Opera Nomadi si impegna a svolgere l?attività di mediazione culturale tra le famiglie sinte e rom residenti e/o presenti sul territorio comunale e la restante comunità locale allo scopo di creare i presupposti di una politica di interazione.
A tal scopo l?Ente Morale si attiverà nei seguenti ambiti: habitat, scuola (a cui si rimanda alla convenzione in atto con il Settore Politiche Educative), lavoro, servizi alla persona, cultura e sanità.

In particolare i mediatori culturali svolgono le seguenti mansioni:

a) svolgono funzioni di segretariato sociale e mediazione culturale tra le famiglie rom, sinte, camminanti e dello spettacolo viaggiante, in difficoltà, e gli EE.LL. /Istituzioni;
b) collaborano con il Settore Servizi alla Persona per l?attuazione della Legge 328, in particolare negli ambiti casa, famiglia e minori;
c) partecipano ai lavori di gruppo per facilitare l?introduzione nel Piano di Zona (Ambito Territoriale di Mantova) delle problematiche vissute dalle famiglie Rom e Sinte, in particolare negli ambiti abitativo e lavorativo;
d) svolgono funzioni di mediazione culturale tra le famiglie rom e sinte e i servizi offerti dall?ASL territoriale, favorendo la conoscenza e sensibilizzazione delle stesse famiglie sull?importanza della prevenzione in ambito sanitario e al servizio degli operatori socio ? sanitari per il riconoscimento culturale delle famiglie;
e) danno sostegno alle giovani madri tramite i Consultori Familiari, anche in collaborazione del progetto norto ku romia;
f) supportano la costituzione di reti e coordinamenti tra tutti i soggetti pubblici e privati, presenti sul territorio comunale, per la programmazione, definizione e attuazione di tutte quelle attività esplicitate negli specifici settori d?intervento;
g) partecipano alla progettazione e alla realizzazione di interventi di supporto alle attività lavorative delle famiglie, anche in collaborazione con l?Assessorato alle Attività Produttive della Provincia di Mantova ed altri enti o associazioni preposte, atti alla realizzazione di un?integrazione economica, nel rispetto delle peculiarità culturali, fina¬lizzata all?inserimento nelle locali realtà economiche ? produttive, anche attraverso la realizzazione del progetto mengro labatarpe
h) supportano le famiglie Sinte nella realizzazione di insediamenti privati, atti ad uscire dalle logiche ghettizzanti e assistenzialiste, proprie dell?Area Attrezzata a Sosta di viale Learco Guerra;
i) attuano azioni di mediazione tra lo stesso Comune di Mantova, le Forze dell?Ordine e le famiglie rom e sinte in transito nel territorio comunale, per agevolare il rispetto dei diritti costituzionali (articolo 16);
j) collaborano con l?Istituto di Cultura Sinta all?organizzazione di seminari, convegni e giornate di studio con l?obbiettivo di aggiornare e supportare gli operatori degli Enti Locali, delle Istituzioni e del Privato Sociale; inoltre, supporteranno tutte quelle iniziative culturali (ad esempio le manifestazioni per Il Giorno della Memoria) che mirano a costruire una nuova cultura della conoscenza reciproca
k) partecipano alle attività di coordinamento con i mediatori culturali dell?Associazione Sucar Drom, in convenzione con la Provincia di Mantova, che operano su tutto il territorio provinciale;
l) partecipano alla Consulta Provinciale sul Nomadismo istituita dalla Provincia di Mantova;
m) collaborano con gli operatori del progetto azioni d?intervento a favore della scuola in ordine a:
- coordinamento del progetto ?azioni d?intervento a favore della scuola? (vedi convenzione con Settore Politiche Educative);
- mediazione tra le famiglie rom/sinte e gli operatori delle istituzioni scolastiche al fine di favorire una reale presenza degli stessi genitori nella scuola e la costruzione, dove si renda necessario, di progetti individualizzati;
- mediazione tra le famiglie sinte e gli operatori per favorire l?attività di doposcuola;
- organizzazione del Gruppo Lavoro Scuola che opera per la costruzione della didattica interculturale;
- interventi nella scuola sulla cultura, struttura sociale, lingua, storia e arte delle diverse minoranze etniche linguistiche sinte e rom;
- predisposizione di nuove progettualità riferite in particolare alle attività ludiche;
- partecipazione alle riunioni del Coordinamento Scuola, istituito dal Provvedito¬rato agli Studi di Mantova e dall?Ente Morale Opera Nomadi, in particolare per verificare l?andamento dell?anno scolastico, dei progetti in atto, delle iscrizioni dei minori e proporre nuovi progetti;
- collaborazione nei modi richiesti con il Settore Attività Educative e Ricreative e di Educazione Permanente del Comune di Mantova per la gestione dei contributi per il diritto allo studio e per la presentazione da parte delle famiglie interessate delle richieste di riduzione/esonero dalle spese per la fruizione dei servizi scolastici;
- collaborazione con l?Associazione Sucar Drom e l?Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Mantova nella gestione dei contributi per il materiale didattico a favore dei minori fre¬quentanti la scuola;
n) supportano il Settore Lavori Pubblici per la manutenzione ordinaria e straordinaria dell?Area Residenziale per Sinti Italiani di viale Learco Guerra n°23.

Articolo 3
Oneri dell?Ente Morale Opera Nomadi, attività di gestione e manutenzione dell?Area Residenziale per Sinti Italiani

L?Ente Morale Opera Nomadi, con la collaborazione delle stesse famiglie che nomineranno tre operatori di gestione e manutenzione, s?impegna a supportare il Comune di Mantova nella gestione e manutenzione dell?Area di viale Learco Guerra n.23, nei modi elencati di seguito:
a) accoglienza delle famiglie sinte ai sensi del vigente regolamento all?ingresso nell?area, si intendano: spiegazione dettagliata del Regolamento di gestione, rilascio alla famiglia dell?autorizzazione provvisoria alla sosta, assegnazione della piazzola di sosta e dei relativi servizi igienici, allacciamento utenza ENEL;
b) trasmissione al Comune di Mantova, Settori dei Servizi alla Persona e di Polizia Municipale, della seguente documentazione:
- al momento d?ingresso di ogni famiglia – lettera di richiesta di autorizzazione alla sosta temporanea o permanente dei nuclei che hanno ottenuto autorizzazione provvisoria rilasciata dall?Ente Morale (in mancanza di esplicito provvedimento di diniego entro dieci giorni dal ricevimento della comunicazione, l?autorizzazione s?intende accordata), detta comunicazione dovrà indicare tutti i componenti del nucleo familiare nonché i mezzi di loro pertinenza,
- mensilmente – scheda di rilevazione delle presenze mensili, con indicazione delle uscite dall?Area;
c) rilevazione quotidiana delle presenze delle famiglie presso l?Area di Sosta di via Learco Guerra, 23 e compilazione puntuale della scheda di rilevazione mensile delle presenze e della relativa fruizione delle utenze, monitoraggio dei pagamenti, in collaborazione con il Comune di Mantova, Settori Ragioneria e Servizi alla Persona, nonché invio degli eventuali solleciti e segnalazione agli uffici competenti dei ritardi superiori ai due mesi per l?eventuale interruzione del servizio;
d) interventi, in stretta collaborazione con i mediatori culturali, finalizzati a favorire la sensibilizzazione nei pagamenti delle utenze e la risoluzione delle eventuali situazioni conflittuali tra le persone o le famiglie ospiti ed alla creazione di un clima di serena convivenza, anche in collaborazione del Settore Servizi alla Persona;
e) interventi di manutenzione ordinaria delle strutture, così come descritto nella specifica allegata e stretto collegamento con il Settore Lavori Pubblici per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
f) promozione, in stretta collaborazione con i mediatori culturali, presso le famiglie domiciliate nell?Area di un corretto atteggiamento di fruizione delle risorse naturali, dei servizi, delle strutture e degli spazi comuni nonché sostegno allo sviluppo del rispetto del Regolamento di Gestione dell?Area nella sua completezza e segnalazione agli uffici comunali competenti delle eventuali violazioni

Articolo 4
Mediatori Culturali e Operatori di Gestione / Manutenzione

Le attività di mediazione culturale sono svolte da due mediatori, uno per la cultura sinta e uno per la cultura maggioritaria (in senso numerico), che presentino caratteristiche personali e professionali idonee all?incarico in oggetto.
La gestione e la manutenzione dell?Area sono svolte da tre capi famiglia sinti i quali presentino caratteristiche che li rendano idonei all?incarico in oggetto.
I mediatori culturali e gli operatori non avranno alcun rapporto di lavoro né giuridico né economico con il Comune di Mantova.
L?Ente Morale Opera Nomadi si impegna a comunicare al Comune di Mantova i nominativi degli operatori, dei mediatori e dei volontari, per i quali si impegna a garantire un?idonea copertura assicurativa per qualsiasi evento dannoso causato agli o dagli stessi.

Articolo 5
Verifica

La verifica della presente convenzione sarà effettuata con riunioni periodiche con i diversi referenti del Comune di Mantova (Settori Servizi alla Persona, Lavori Pubblici, Ragioneria, Attività Educative e Ricreative e di Educazione Permanente), durante le quali verrà steso un verbale.

Articolo 6
Formazione

Le figure indicate nel precedente articolo 4 fruiranno di momenti formativi in occasione di iniziative formative che verranno appositamente predisposte dall?Ente Morale anche in collaborazione con l?Associazione Sucar Drom, l?Istituto di Cultura Sinta, la Provincia di Mantova e lo stesso Comune di Mantova o altri enti competenti.

Articolo 7
Oneri del Comune di Mantova

Il Comune di Mantova eroga un contributo annuale fisso di euro —– per le spese sostenute per l?attività di mediazione culturale e le attività di gestione e manutenzione dell?Area. Il contributo sarà erogato a scadenza bimestrale anticipata per euro —— , nei mesi di gennaio, marzo, maggio, luglio, settembre 2006; l?ultima bimensilità sarà erogata nel mese di novembre per euro —— e a gennaio 2007 i rimanenti —- dopo la presentazione del consuntivo di spesa.
Il Comune di Mantova, attraverso i Settori Lavori Pubblici, Servizi alla Persona e Ragioneria, si impegna:
a) ad attuare la manutenzione straordinaria e ordinaria delle strutture e degli impianti dell?Area Attrezzata a Sosta di Viale Learco Guerra, in stretta collaborazione con gli operatori di gestione e manutenzione e i mediatori culturali;
b) ad affiancare l?Ente Morale Opera Nomadi nella predisposizione di un piano antincendio e di evacuazione e nella formazione degli operatori secondo quanto disposto dalla Legge 626;
c) a ricevere gli oneri dalle famiglie sinte domiciliate nell?Area Attrezzata a Sosta di viale Learco Guerra n.23.
I Settori Servizi alla Persona, Lavori Pubblici, Attività Educative e Ricreative e di Educazione Permanente, Polizia Municipale e Ragioneria individuano i referenti incaricati che si rapporteranno con il Responsabile dell?Ente Morale Opera Nomadi.

Articolo 8
Controllo sulle attività svolte

I contraenti della presente convenzione, in caso di mancanze, relazioneranno per iscritto. Resta inteso che, qualora fossero riscontrate irregolarità e queste non venissero immediatamente ovviate a fronte di lettera raccomandata di contestazione, i due enti potranno risolvere la presente convenzione senza altro preavviso con il solo obbligo di corrispondere quanto stabilito fino al giorno della risoluzione.

Articolo 9
Durata della convenzione

La convenzione in oggetto ha durata un anno, dal 1 Gennaio 2006 al 31 dicembre 2006. Laddove l?Ente Morale Opera Nomadi, durante tale periodo si trovi nell?impossibilità di adempiere ai compiti sopraindicati dovrà darne immediata comunicazione scritta con lettera raccomandata all?Assessorato Servizi Sociali.

Articolo 10
Competenze territoriali

Le parti si impegnano a risolvere amichevolmente eventuali controversie.
Nel caso in cui non sia possibile il Foro Competente sarà esclusivamente quello di Mantova.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,
I commenti sono chiusi.