Archivio

Archivio Marzo 2006

Politiche 2006, lettera aperta alle candidate e ai candidati

29 Marzo 2006 2 commenti


Gentile Candidata/o,

come Lei sa le Minoranze Nazionali Sinte e Rom, denominate ?zingari? e ?nomadi? in maniera dispregiativa ed etnocentrica, sono ancora oggetto di discriminazione, emarginazione e segregazione.

Le discriminazioni sono estese a tutti i campi, dal pubblico al privato, pertanto l?emarginazione e la segregazione economica e sociale dei Sinti e dei Rom si trasforma in discriminazione etnica.

In Italia le molteplici comunità rom e sinte, presenti in Italia da seicento anni, non sono ancora riconosciute come Minoranze Nazionali e pertanto non beneficiano dei diritti che questo status prevede.

Le politiche sociali rivolte alle popolazioni sinte e rom tendono apertamente all?inclusione sociale, all?integrazione, all?assimilazione.

Rare sono le realtà dove le comunità sinte e rom sono considerate protagoniste sociali e dove sono attuate politiche di interazione, di partecipazione diretta e di mediazione culturale, riconoscendo le loro società, le loro culture e le loro lingue sinte e romanés.

L?Italia nega ai Sinti e ai Rom l?applicazione della Convenzione Quadro per le Minoranze Nazionali e nega la Carta Europea sulle Minoranze Etnico Linguistiche che tutela le lingue minoritarie.

I novantamila Sinti e Rom Italiani vedono in molti casi negato il diritto alla residenza, il diritto alla sanità, il diritto alla scuola, il diritto al lavoro.

Inoltre, in Italia si costruiscono ancora i ?campi nomadi?, luoghi di segregazione che concentrano gli individui contro la loro volontà.

La maggioranza dei Comuni ha emanato delle ordinanze di ?divieto di sosta ai nomadi? che, in palese contrasto con il dettato costituzionale (articoli 3 e 16), negano il diritto di circolare e soggiornare liberamente sul territorio nazionale ai soli Cittadini Italiani riconosciuti come ?nomadi?, ?zingari? o ?girovaghi?.

In questa situazione drammatica i Rom provenienti da Bosnia, Confederazione Yugoslava, Croazia, Bulgaria, Romania, Polonia, Ungheria subiscono oltremodo politiche discriminatorie, emarginanti e segreganti. Famiglie intere scappano dai loro paesi d?origine per i conflitti etnici e le guerre civili e l?Italia nega loro i più elementari diritti.

Segregati nei ?campi nomadi? delle grandi città italiane, e non solo, i Rom Europei vivono situazioni inumane senz?acqua, luce e servizi igienici, costretti a mendicare per le strade il sostentamento giornaliero.

La situazione è talmente grave che anche la Chiesa Cattolica è ?scesa in campo? pochi settimane fa, come avrà letto, denunciando il razzismo e la xenofobia di cui sono bersaglio queste popolazioni.

Ancora oggi in Italia non è riconosciuto il Porrajmos, la persecuzione razziale subita dai Sinti e dai Rom durante il fascismo e il nazismo che ha portato allo sterminio della metà dei Sinti e dei Rom in Europa.

Chiediamo che ai Sinti e ai Rom Italiani sia riconosciuto lo status di Minoranze Nazionali e che siano considerati protagonisti nelle scelte politiche e sociali del loro Paese. Chiediamo siano attuate e favorite politiche di interazione, di partecipazione diretta e di mediazione culturale.

Inoltre, chiediamo che siano attuate politiche di accoglienza a favore dei Rom Europei, presenti attualmente in Italia e si concerti una politica europea capace di rimuovere le cause che provocano la loro immigrazione nel nostro Paese.

Per queste ragioni chiediamo il Suo impegno, nella prossima legislatura, per promuovere leggi che facciano proprie le disposizioni della Raccomandazione n.1557/2002 del Consiglio d?Europa.

Istituto di Cultura Sinta

Associazione Sucar Drom

Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Mantova

Riferimenti: Raccomandazione n.1557/2002

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,

Mantova e la mediazione culturale

24 Marzo 2006 Commenti chiusi


Premesso che:

il Comune di Mantova, nell?aderire alle Dichiarazioni Internazionali riguardanti il riconoscimento dei Diritti dell?Uomo, riconosce i diritti civili e politici delle Minoranze Etniche Linguistiche dei Sinti e dei Rom e considera la promozione e la protezione dei loro diritti fondamento a stabilire le politiche sociali dell?Amministrazione Comunale;

il Comune di Mantova tutela il patrimonio sociale e culturale delle Minoranze Etniche Linguistiche dei Sinti e dei Rom e favorisce la fruizione dei servizi pubblici, privati e del privato sociale per la tutela della loro salute, per la promozione del loro benessere sociale nonché per agevolare il perseguimento della loro autonomia economica e politica;

Il Comune di Mantova favorisce e promuove i rapporti tra le popolazioni rom e sinte, e la restante comunità mantovana, migliorando le inter-relazioni con le Istituzioni pubbliche nel rispetto delle identità culturali;

l?articolo 2 della Legge Regionale n.77/89 ?Azione regionale per la tutela delle popolazioni appartenenti alle etnie tradizionalmente nomadi o seminomadi? favorisce la partecipazione dei Rom e dei Sinti alla predisposizione degli interventi che li riguardano e salvaguarda la loro specificità culturale e linguistica;

tutto ciò premesso

Letto e recepito:
? la Raccomandazione n.1557, adottata dall?Assemblea Parlamentare del Consiglio d?Europa il 25 aprile 2002, sulla situazione giuridica delle Minoranze Etniche Linguistiche Rom e Sinte in Europa;
? la Raccomandazione n0 R (2000) 4 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sulla scolarizzazione dei fanciulli rom e sinti in Europa;
? la Risoluzione del Parlamento Europeo sulla Situazione dei Rom e dei Sinti nell?Unione Europea del 28 aprile 2005;
? il Protocollo d?Intesa stipulato tra il Ministero Istruzione, Università, Ricerca e l?Ente Morale Opera Nomadi Nazionale per la tutela dei minori sinti, rom e camminanti;
? il Rapporto di Alvaro Gil-Robles, Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa, sulla situazione dei Rom e dei Sinti in Italia dopo la sua visita del giugno 2005, Strasburgo, 14 dicembre 2005;

tra
il Comune di Mantova
e
l?Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Mantova

si conviene e si stipula quanto segue:

Articolo 1
Oggetto della convenzione

Il Comune di Mantova e l?Ente Morale Opera Nomadi considerano la mediazione culturale l?indispensabile metodologia di interazione, diretta alla agevolazione dei contatti ed alla costruzione di relazioni tra gli appartenenti alle culture sinte e rom ed i soggetti, pubblici e privati, della restante comunità mantovana, per la realizzazione di una cultura della conoscenza reciproca, del dialogo e della comprensione fondata sulla acquisizione responsabile di diritti reciproci.

La gestione dell?Area Attrezzata a Sosta per Sinti italiani di via Learco Guerra, 23 è il presupposto di base capace di creare stabilità e sicurezza nella maggiore comunità rom/sinta presente a Mantova.

Il Comune di Mantova e l?Ente Morale Opera Nomadi considerano fondamentale la costruzione di progetti che portino alla realizzazione di microaree e al supporto delle famiglie sinte nella realizzazione di insediamenti privati per la definitiva chiusura dell?Area di viale Learco Guerra, entro quattro anni.

Articolo 2
Oneri dell?Ente Morale Opera Nomadi, attività di mediazione culturale

L?Ente Morale Opera Nomadi si impegna a svolgere l?attività di mediazione culturale tra le famiglie sinte e rom residenti e/o presenti sul territorio comunale e la restante comunità locale allo scopo di creare i presupposti di una politica di interazione.
A tal scopo l?Ente Morale si attiverà nei seguenti ambiti: habitat, scuola (a cui si rimanda alla convenzione in atto con il Settore Politiche Educative), lavoro, servizi alla persona, cultura e sanità.

In particolare i mediatori culturali svolgono le seguenti mansioni:

a) svolgono funzioni di segretariato sociale e mediazione culturale tra le famiglie rom, sinte, camminanti e dello spettacolo viaggiante, in difficoltà, e gli EE.LL. /Istituzioni;
b) collaborano con il Settore Servizi alla Persona per l?attuazione della Legge 328, in particolare negli ambiti casa, famiglia e minori;
c) partecipano ai lavori di gruppo per facilitare l?introduzione nel Piano di Zona (Ambito Territoriale di Mantova) delle problematiche vissute dalle famiglie Rom e Sinte, in particolare negli ambiti abitativo e lavorativo;
d) svolgono funzioni di mediazione culturale tra le famiglie rom e sinte e i servizi offerti dall?ASL territoriale, favorendo la conoscenza e sensibilizzazione delle stesse famiglie sull?importanza della prevenzione in ambito sanitario e al servizio degli operatori socio ? sanitari per il riconoscimento culturale delle famiglie;
e) danno sostegno alle giovani madri tramite i Consultori Familiari, anche in collaborazione del progetto norto ku romia;
f) supportano la costituzione di reti e coordinamenti tra tutti i soggetti pubblici e privati, presenti sul territorio comunale, per la programmazione, definizione e attuazione di tutte quelle attività esplicitate negli specifici settori d?intervento;
g) partecipano alla progettazione e alla realizzazione di interventi di supporto alle attività lavorative delle famiglie, anche in collaborazione con l?Assessorato alle Attività Produttive della Provincia di Mantova ed altri enti o associazioni preposte, atti alla realizzazione di un?integrazione economica, nel rispetto delle peculiarità culturali, fina¬lizzata all?inserimento nelle locali realtà economiche ? produttive, anche attraverso la realizzazione del progetto mengro labatarpe
h) supportano le famiglie Sinte nella realizzazione di insediamenti privati, atti ad uscire dalle logiche ghettizzanti e assistenzialiste, proprie dell?Area Attrezzata a Sosta di viale Learco Guerra;
i) attuano azioni di mediazione tra lo stesso Comune di Mantova, le Forze dell?Ordine e le famiglie rom e sinte in transito nel territorio comunale, per agevolare il rispetto dei diritti costituzionali (articolo 16);
j) collaborano con l?Istituto di Cultura Sinta all?organizzazione di seminari, convegni e giornate di studio con l?obbiettivo di aggiornare e supportare gli operatori degli Enti Locali, delle Istituzioni e del Privato Sociale; inoltre, supporteranno tutte quelle iniziative culturali (ad esempio le manifestazioni per Il Giorno della Memoria) che mirano a costruire una nuova cultura della conoscenza reciproca
k) partecipano alle attività di coordinamento con i mediatori culturali dell?Associazione Sucar Drom, in convenzione con la Provincia di Mantova, che operano su tutto il territorio provinciale;
l) partecipano alla Consulta Provinciale sul Nomadismo istituita dalla Provincia di Mantova;
m) collaborano con gli operatori del progetto azioni d?intervento a favore della scuola in ordine a:
- coordinamento del progetto ?azioni d?intervento a favore della scuola? (vedi convenzione con Settore Politiche Educative);
- mediazione tra le famiglie rom/sinte e gli operatori delle istituzioni scolastiche al fine di favorire una reale presenza degli stessi genitori nella scuola e la costruzione, dove si renda necessario, di progetti individualizzati;
- mediazione tra le famiglie sinte e gli operatori per favorire l?attività di doposcuola;
- organizzazione del Gruppo Lavoro Scuola che opera per la costruzione della didattica interculturale;
- interventi nella scuola sulla cultura, struttura sociale, lingua, storia e arte delle diverse minoranze etniche linguistiche sinte e rom;
- predisposizione di nuove progettualità riferite in particolare alle attività ludiche;
- partecipazione alle riunioni del Coordinamento Scuola, istituito dal Provvedito¬rato agli Studi di Mantova e dall?Ente Morale Opera Nomadi, in particolare per verificare l?andamento dell?anno scolastico, dei progetti in atto, delle iscrizioni dei minori e proporre nuovi progetti;
- collaborazione nei modi richiesti con il Settore Attività Educative e Ricreative e di Educazione Permanente del Comune di Mantova per la gestione dei contributi per il diritto allo studio e per la presentazione da parte delle famiglie interessate delle richieste di riduzione/esonero dalle spese per la fruizione dei servizi scolastici;
- collaborazione con l?Associazione Sucar Drom e l?Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Mantova nella gestione dei contributi per il materiale didattico a favore dei minori fre¬quentanti la scuola;
n) supportano il Settore Lavori Pubblici per la manutenzione ordinaria e straordinaria dell?Area Residenziale per Sinti Italiani di viale Learco Guerra n°23.

Articolo 3
Oneri dell?Ente Morale Opera Nomadi, attività di gestione e manutenzione dell?Area Residenziale per Sinti Italiani

L?Ente Morale Opera Nomadi, con la collaborazione delle stesse famiglie che nomineranno tre operatori di gestione e manutenzione, s?impegna a supportare il Comune di Mantova nella gestione e manutenzione dell?Area di viale Learco Guerra n.23, nei modi elencati di seguito:
a) accoglienza delle famiglie sinte ai sensi del vigente regolamento all?ingresso nell?area, si intendano: spiegazione dettagliata del Regolamento di gestione, rilascio alla famiglia dell?autorizzazione provvisoria alla sosta, assegnazione della piazzola di sosta e dei relativi servizi igienici, allacciamento utenza ENEL;
b) trasmissione al Comune di Mantova, Settori dei Servizi alla Persona e di Polizia Municipale, della seguente documentazione:
- al momento d?ingresso di ogni famiglia – lettera di richiesta di autorizzazione alla sosta temporanea o permanente dei nuclei che hanno ottenuto autorizzazione provvisoria rilasciata dall?Ente Morale (in mancanza di esplicito provvedimento di diniego entro dieci giorni dal ricevimento della comunicazione, l?autorizzazione s?intende accordata), detta comunicazione dovrà indicare tutti i componenti del nucleo familiare nonché i mezzi di loro pertinenza,
- mensilmente – scheda di rilevazione delle presenze mensili, con indicazione delle uscite dall?Area;
c) rilevazione quotidiana delle presenze delle famiglie presso l?Area di Sosta di via Learco Guerra, 23 e compilazione puntuale della scheda di rilevazione mensile delle presenze e della relativa fruizione delle utenze, monitoraggio dei pagamenti, in collaborazione con il Comune di Mantova, Settori Ragioneria e Servizi alla Persona, nonché invio degli eventuali solleciti e segnalazione agli uffici competenti dei ritardi superiori ai due mesi per l?eventuale interruzione del servizio;
d) interventi, in stretta collaborazione con i mediatori culturali, finalizzati a favorire la sensibilizzazione nei pagamenti delle utenze e la risoluzione delle eventuali situazioni conflittuali tra le persone o le famiglie ospiti ed alla creazione di un clima di serena convivenza, anche in collaborazione del Settore Servizi alla Persona;
e) interventi di manutenzione ordinaria delle strutture, così come descritto nella specifica allegata e stretto collegamento con il Settore Lavori Pubblici per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
f) promozione, in stretta collaborazione con i mediatori culturali, presso le famiglie domiciliate nell?Area di un corretto atteggiamento di fruizione delle risorse naturali, dei servizi, delle strutture e degli spazi comuni nonché sostegno allo sviluppo del rispetto del Regolamento di Gestione dell?Area nella sua completezza e segnalazione agli uffici comunali competenti delle eventuali violazioni

Articolo 4
Mediatori Culturali e Operatori di Gestione / Manutenzione

Le attività di mediazione culturale sono svolte da due mediatori, uno per la cultura sinta e uno per la cultura maggioritaria (in senso numerico), che presentino caratteristiche personali e professionali idonee all?incarico in oggetto.
La gestione e la manutenzione dell?Area sono svolte da tre capi famiglia sinti i quali presentino caratteristiche che li rendano idonei all?incarico in oggetto.
I mediatori culturali e gli operatori non avranno alcun rapporto di lavoro né giuridico né economico con il Comune di Mantova.
L?Ente Morale Opera Nomadi si impegna a comunicare al Comune di Mantova i nominativi degli operatori, dei mediatori e dei volontari, per i quali si impegna a garantire un?idonea copertura assicurativa per qualsiasi evento dannoso causato agli o dagli stessi.

Articolo 5
Verifica

La verifica della presente convenzione sarà effettuata con riunioni periodiche con i diversi referenti del Comune di Mantova (Settori Servizi alla Persona, Lavori Pubblici, Ragioneria, Attività Educative e Ricreative e di Educazione Permanente), durante le quali verrà steso un verbale.

Articolo 6
Formazione

Le figure indicate nel precedente articolo 4 fruiranno di momenti formativi in occasione di iniziative formative che verranno appositamente predisposte dall?Ente Morale anche in collaborazione con l?Associazione Sucar Drom, l?Istituto di Cultura Sinta, la Provincia di Mantova e lo stesso Comune di Mantova o altri enti competenti.

Articolo 7
Oneri del Comune di Mantova

Il Comune di Mantova eroga un contributo annuale fisso di euro —– per le spese sostenute per l?attività di mediazione culturale e le attività di gestione e manutenzione dell?Area. Il contributo sarà erogato a scadenza bimestrale anticipata per euro —— , nei mesi di gennaio, marzo, maggio, luglio, settembre 2006; l?ultima bimensilità sarà erogata nel mese di novembre per euro —— e a gennaio 2007 i rimanenti —- dopo la presentazione del consuntivo di spesa.
Il Comune di Mantova, attraverso i Settori Lavori Pubblici, Servizi alla Persona e Ragioneria, si impegna:
a) ad attuare la manutenzione straordinaria e ordinaria delle strutture e degli impianti dell?Area Attrezzata a Sosta di Viale Learco Guerra, in stretta collaborazione con gli operatori di gestione e manutenzione e i mediatori culturali;
b) ad affiancare l?Ente Morale Opera Nomadi nella predisposizione di un piano antincendio e di evacuazione e nella formazione degli operatori secondo quanto disposto dalla Legge 626;
c) a ricevere gli oneri dalle famiglie sinte domiciliate nell?Area Attrezzata a Sosta di viale Learco Guerra n.23.
I Settori Servizi alla Persona, Lavori Pubblici, Attività Educative e Ricreative e di Educazione Permanente, Polizia Municipale e Ragioneria individuano i referenti incaricati che si rapporteranno con il Responsabile dell?Ente Morale Opera Nomadi.

Articolo 8
Controllo sulle attività svolte

I contraenti della presente convenzione, in caso di mancanze, relazioneranno per iscritto. Resta inteso che, qualora fossero riscontrate irregolarità e queste non venissero immediatamente ovviate a fronte di lettera raccomandata di contestazione, i due enti potranno risolvere la presente convenzione senza altro preavviso con il solo obbligo di corrispondere quanto stabilito fino al giorno della risoluzione.

Articolo 9
Durata della convenzione

La convenzione in oggetto ha durata un anno, dal 1 Gennaio 2006 al 31 dicembre 2006. Laddove l?Ente Morale Opera Nomadi, durante tale periodo si trovi nell?impossibilità di adempiere ai compiti sopraindicati dovrà darne immediata comunicazione scritta con lettera raccomandata all?Assessorato Servizi Sociali.

Articolo 10
Competenze territoriali

Le parti si impegnano a risolvere amichevolmente eventuali controversie.
Nel caso in cui non sia possibile il Foro Competente sarà esclusivamente quello di Mantova.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Il Belgio e i mediatori culturali

23 Marzo 2006 Commenti chiusi


Ieri è stato pubblicato da Mahalla un interessante articolo sul problema delle donne rom in Belgio che con i bambini vanno a manghel. Da questo spunto si sta iniziando a discutere con leggerezza sulla mediazione culturale. Vi invitiamo a partecipare al dibattito.

Di seguito parte dell’articolo

Christian Dupont, ministro federale per l’integrazione sociale, ha annunciato un piano per combattere il problema di madri e bambini che mendicano per le strade delle città del Belgio. L’annuncio è stato salutato con favore dalla parlamentare socialista Dalila Douifi, che aveva sollevato il problema.

Scene pietose di madri viste mendicare coi bambini in braccio – particolarmente gli ultimi giorni di freddo intenso – avevano rinnovato le preoccupazioni (cfr. Belgio 4 luglio 2005).

Ci sono state indagini sui rischi alla salute di questi bambini, che spesso sono curati con dosi eccessive di sciroppo della tosse. Le leggi internazionali proibiscono l’esposizione e l’impiego di bambini in circostanze estreme, come la temperatura di questi periodi.

Dopo aver coinvolto il ministro degli interni (Patrick Dewael) e quella della giustizia (Laurette Onkelinx), Dalila Douifi aveva espresso le sue preoccupazioni al ministro Dupont. Che a sua volta aveva annunciato che da martedì 12 marzo verranno impiegati 12 mediatori culturali per approcciare i mendicanti.

“L’aspetto interculturale non è secondario. Per esempio, non sempre i Rom vogliono essere aiutati. Fa parte della loro cultura,” ha detto Douifi.

I mediatori saranno dispiegati nelle città di Bruxelles, Anversa, Gent, Liegi e Charleroi.

Riferimenti: per leggere e offrire il proprio contributo

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Rom Rumeni, cronaca da Milano

23 Marzo 2006 3 commenti


Una ?nuova primavera? sta per abbattersi sul ?campo di via Triboniano? a Milano, senza il contorno di fiori e celebrazioni rituali, come quella che in genere si festeggia l?8 aprile, giornata di festa internazionale per molte comunità rom in ogni parte del mondo.

Da oltre 6 anni infatti, centinaia di Rom Rumeni sono qui costretti a vivere in condizioni disastrose e inumane, ai margini estremi di una periferia le cui case si fermano là dove arriva la fermata del tram.

Più oltre, lungo un percorso di centinaia e centinaia di metri a piedi, solo un posto caldo d?inverno per i senza fissa dimora e in lontananza gli slum dei baraccati.

Eppure il tanto decantato avvio dei lavori di ristrutturazione del campo, previsti per lunedì prossimo, non sarà un?occasione per rimediare alla più infelice e inutile opera pubblica degli ultimi dieci anni rivolta ai rom, ma l?ennesimo, incontrastato episodio di una politica apertamente ?differenziale? dell?amministrazione comunale, che separa e discrimina i Rom da tutti gli altri concittadini milanesi.

Duemila metri quadrati, ripuliti velocemente dopo il disastroso incendio di due settimane fa, accoglieranno alla rinfusa almeno duecentocinquanta persone, i cosiddetti ?storici?.

Gli altri, quasi altrettanti, seguiranno probabilmente la sorte occasionale di chi scappa inseguito dalla costante minaccia di un fermo di polizia, di una separazione dai familiari, di un?espulsione.

Non importa chi essi siano, o quali storie portino con sè, siano essi bambini che vanno a scuola o che non ci vanno, donne e uomini, giovani e anziani.

In fondo a destra, se non hai i ?documenti? esci dal campo, dritto davanti a te, se ce li hai o sei più furbo degli altri, ti aspetta per i prossimi 6 mesi un?area priva di tutto, a cominciare dai bagni (ma ne sono stati promessi di quelli chimici), di acqua (quante fontanelle ci saranno? E? la domanda che ci verrebbe da rivolgere alla signora Molteni, consigliere comunale della Lega Nord, che in una sua visita al campo di via Barzaghi ebbe una volta a dire che una, sì, propria una sola fontanella, per le esigenze di settanta persone era più che sufficiente), e le docce?

Nessun allacciamento, anche solo provvisorio, è previsto alla corrente elettrica, né la predisposizione di un minimo impianto antincendio.

Ma accade proprio a Milano? …

Maurizio Pagani
Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Milano

Per informazioni e contatti
via Archimede n. 13, 20129 Milano
telefono 02 84891841 – cellulare 3393684212
e-mail: operanomadimilano@tiscalinet.it

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

I Rom della Bosnia

23 Marzo 2006 5 commenti


E’ stato pubblicato alcuni mesi fa un interessante testo sulla storia, le culture e le società dei Rom della Bosnia.

Il libro I ROM DELLA BOSNIA è scritto da Velija Ahmetovic, poeta rom cerga?i, residente nella citta’ di Rimini.

Velija Ahmetovic ha vinto per due anni consecutivi il premio internazionale di cultura Romanì “Amico Rom” che si tiene ogni anno a Lanciano (Chieti, Abruzzo), nel 2002 si e’ aggiudicato il secondo posto e nel 2003 il primo nella sezione poesia in lingua romanì. L’autore è stato il fondatore alla fine degli anni settanta di un gruppo di musica, canto, teatro, poesia e ballo rom cerga?i molto famoso nell’attuale Bosnia. Il gruppo, sciolto durante la guerra, aveva ottenuto nel 1983 l’importante riconoscimento “Treca Matrovsca Nagrada”.

Il libro i Rom della Bosnia è il frutto di un lungo lavoro di ricerca e scrittura sulle culture e i valori delle società dei Rom della Bosnia (cerga?i, kaloperi, arljia) che comunemente vengono denominati Khorakané o Xorakané. Il libro di Velija Ahmetovic risulta uno dei più interessanti testi in italiano sulla Minoranza Etnica Linguistica Europea dei Rom Cerga?i.

Nel testo, oltre ad affrontare la situazione dei Rom in Bosnia e nel mondo, si offre uno spaccato della società dei Rom Cerga?i: la nascita, le feste, la musica, i matrimoni, i funerali, … senza cadere nel folklore o nelle generalizzazioni, tipiche di molte produzioni italiane.

Inoltre, il libro contiene una raccolta di poesie di Velija Ahmetovic in lingua romanì con la traduzione in italiano a fronte.

La prefazione del libro e’ scritta da don Oreste Benzi, dell’Associazione Papa Giovanni XXIII che ha sostenuto la realizzazione di questo interessante libro, molto indicato anche per le scuole.

Per contattare l’autore e invitarlo a presentare il suo libro:
Ahmetovic Velija
via Ca’ del Drago n.27
47900 Rimini
telefono 348 0634388

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Roma, sfilata di moda dell’Antica Sartoria Rom

22 Marzo 2006 1 commento


A Roma domenica 26 marzo 2006, alle ore 18.00
presso La Palma Club, in via Giuseppe Mirri n.35
sarà presentata la nuova collezione
dell’Antica Sartoria Rom.

L’evento, organizzato con il contributo del Comune di Roma, è affiancato da un ricco programma che inizia alle ore 16.00 con una tavola rotonda dal titolo “i Rom e il lavoro: realtà e prospettive”, prosegue alle 19.00 con la proiezione del film “Gadjo dilo” di Toni Gatlif e terminerà con il concerto dei Taraf Oltenia (musica rom balcanica). L’ingresso è gratuito.

L’Antica Sartoria Rom è uno dei più importanti progetti italiani, dove sono prodotti abiti completamente ideati, disegnati e cuciti a mano dalle donne rom.
Il progetto nasce all’inizio degli anni ’90 dalla caparbietà delle donne rom e di Alessandra Carmen Rocco che per prima ne coglie le possibilità commerciali e sociali.
L’Antica Sartoria Rom raggiunge la notorietà nazionale nel 2005 quando lo stilista Romeo Gigli ne promuove la diffusione. Ora è una realtà consolidata.

Per informazioni
Antica Sartoria Rom
via Nomentana n.952, Roma
telefono 339 2357366
e-mail: alessandracarmenrocco@yahoo.it

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,

Roma, sgomberate famiglie Rom Kalderasha

22 Marzo 2006 Commenti chiusi


Blitz all’alba di lunedì 20 marzo nel parcheggio di Saxa Rubra dove i Vigili Urbani del XX Gruppo e le Forze dell’Ordine hanno sgomberato il “campo nomadi” abusivo, allestito da almeno un anno. L’operazione era richiesta da alcune settimane dal Sindaco di Roma, Walter Veltroni.

L’Assessore alla Sicurezza del Comune di Roma, Liliana Ferraro, ha espresso il suo apprezzamento e il suo ringraziamento per il lavoro svolto dai Vigili Urbani del XX Gruppo, “i quali – ha detto – hanno provveduto con grande professionalità a supportare le forze dell’ordine in un’operazione eseguita in osservanza degli accordi presi in una riunione del comitato tecnico presso la prefettura”.

Naturalmente nessuna parola dell’Assessore per il centinaio di persone, Rom Kalderasha, che sono state sgomberate. Da Mantova ci chiediamo: dove sono?

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Modena, il Consiglio Comunale sceglie le microaree per i Sinti

22 Marzo 2006 Commenti chiusi


IL Consiglio Comunale di Modena ha votato per la chiusura del “campo nomadi” di via Baccelliera, dove vivono circa trecento Sinti Italiani.

L?area di via Baccelliera è stata permutata all?Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero dell?Arcidiocesi di Modena e Nonantola con un terreno di circa 9.600 metri quadrati di proprietà dell?Istituto.

La permuta dei terreni permetterà al Comune di spostare le famiglie Sinte attualmente ospitate in via Baccelliera nella nuova area, che sarà attrezzata in tre sottoaree a loro volta suddivise in due micro-aree, in modo che ciascuna microarea possa essere assegnata ad una famiglia, intesa come ?clan? familiare.

I lavori cominceranno ad inizio estate e richiederanno alcuni mesi per la conclusione. La delibera di permuta dei due terreni è stata approvata in Consiglio comunale con il voto favorevole della maggioranza, il voto contrario dell?opposizione e l?astensione dell?Udc.

Illustrando la delibera in Consiglio Comunale, l?Assessore al Patrimonio Antonino Marino ha ricordato che “il settore servizi sociali ha programmato la realizzazione di microaree per i nomadi in sostituzione dell?unico campo di grandi dimensioni che abbiamo in via Baccelliera, anche in ragione della presenza di un traliccio.”

Il Comune di Modena insieme alla Regione Emilia Romagna ha quindi intrappreso, dopo un ampio dibattito in Consiglio Comunale, la strada per la chiusura del “campo nomadi”, costruendo un nuovo “campo” suddiviso per microaree per famiglie allargate. Riteniamo tale iniziativa un primo passo per un effetivo riconoscimento della Minoranza Etnica Linguistica Nazionale dei Sinti Emiliani. Crediamo però che per uscire realmente dalle logiche ghettizzanti e segreganti del “campo nomadi” sia da percorrere ancora molta strada.

Riferimenti: per leggere il dibattito in Consiglio Comunale

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,

MAHALLA, la comunità virtuale dei Rom e dei Sinti da tutto il mondo

21 Marzo 2006 Commenti chiusi


Notizie da
MAHALLA, la comunità virtuale dei Rom e dei Sinti da tutto il mondo
per accedere direttamente e iscriversi alla news letters:

http://www.sivola.net/dblog/

pulire Roma del 27/02/2006 @ 09:49:53 – ?Roma Cisti – Roma pulita?: raccolta rifiuti ingombranti: Il 1 novembre 2005 e’ decollato il progetto di raccolta di materiali ferrosi e rifiuti ingombranti che vede 8 Rom impegnati. Il progetto consiste nella raccolta di rifiuti ingombranti (elettrodomestici, televisioni e affini) da pa…

segnalazione da una lettrice del 27/02/2006 @ 18:24:47 – S. del blog Ruota segnala questa notizia di ieri su Repubblica: VATICANO: DOMANI DOCUMENTO SU CHIESA E ZINGARI “Orientamenti per una pastorale degli zingari”. Si intitola cosi’ un documento a cura del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, che sara’ presenta…

Svizzera del 28/02/2006 @ 18:08:02 – GIRCA (Gypsy International Compensation and Recognition Action) comunica che la Corte di Giustizia di Ginevra ha richiesto la prescrizione della causa intentata contro l’IBM, per complicita’ con lo sterminio operato dai nazisti nei confronti di Ebrei, Rom e altre minoranze. La causa era st…

Dal vostro inviato del 28/02/2006 @ 22:34:35 – Lunedi’ 27 febbraio suonera’ a LA PALMA CLUB Ivo Papasov & His Wedding Band Una brillante serata, del costo di 400 km. di strada, c?ha regalato Ivo e la sua band. Un inizio ?timido? di appena cinque minuti per riscaldare una macchina da guerra (come lo ha definito …

Progetto e citta’: casa e lavoro del 01/03/2006 @ 08:00:00 – La domanda e’ VOLUTAMENTE provocatoria: secondo voi Milano sarebbe una citta’ piu’ bella e vivibile senza “zingari”? La domanda, beninteso, e’ rivolta ai diversi schieramenti, e non nasconde pietismi o buonismi vari. Diciamo, vorrei discutere LAICAMENTE di politica …

da leggere! del 01/03/2006 @ 10:29:25 – Saltimbanco, cantastorie, venditore di frottole. Ma prima ancora principe dei meticci: italiano, greco, serbo, turco, europeo infiltrato, ebreo e dunque nomade. Nessuno come lui insegna che l’origine di un uomo non e’ genealogica, e’ la ricerca dei pezzi di straniero che fanno la sua ide…

Romania del 02/03/2006 @ 08:34:09 – La scorsa settimana il Senato ha discusso sulla richiesta del Presidente Traian Basescu, perche’ i Rom fossero riconosciuti tra le vittime dell’Olocausto avvenuto durante la II guerra mondiale. [...] La legge rumena, gia’ approvata in passato attraverso diverse polemiche, definiv…

Repubblica Ceca del 02/03/2006 @ 09:00:15 – AFP/File Photo: Elena Gorolova, 37 anni, in posa il 18 febbraio 206 nel suo appartamento di Ostrava. E’ una delle 87 Romnia’ che hanno chiesto risarcimento per le sterilizzazioni forzate operate negli ultimi 40 anni. “Una donna sterilizzata e’ come un albero morto, tutto quello che…

Lavori in corso del 02/03/2006 @ 09:53:41 – Ricerca fotografica: Microaree abitative per Rom e Sinti (ha collaborato la redazione di Sucar Drom) cliccare sulle immagini per ingrandirle …

?diritti? del popolo degli ?uomini? del 02/03/2006 @ 14:39:19 – Pubblicato su Romano Lil In attesa della pubblicazione degli ?Atti? dell?VIII Seminario Nazionale dell?Opera Nomadi, tenutosi a Roma lo scorso 6-7 dicembre, si riporta la relazione del ?Gruppo diritti?. Una relazione che traccia un quadro sicuramente incompleto, ma…

Zajedno/Insieme del 02/03/2006 @ 18:00:46 – Ho il dubbio… che ci stiamo pedinando a vicenda Questi gli ultimi aggiornamenti (al solito, linkando il titolo, potete leggere l’articolo completo e vedere le immagini): C?ERA UNA VOLTA??..Perche’ raccontarvi storie di miseria, disagio, malattia, discriminazione ? Ba…

Improbabile ma vero del 03/03/2006 @ 10:28:50 – D’accordo, sembra una barzelletta… ma ditemi: cosa ci faceva Paul Wolfowitz, Presidente della Banca Mondiale, con degli “zingari”? E di cosa possono aver parlato, se e’ lecito? Comunque, e’ stato un incontro pubblico (any use should include copyright to the World Bank and cre…

Ucraina del 04/03/2006 @ 11:37:16 – TRANSITIONS ONLINE: Ukraine: Performing Politics di Adriana Helbig 27 Febbraio 2006 L’articolo e’ senz’altro troppo agiografico per i lettori che rimpiangono i vecchi te…

Bulgaria del 05/03/2006 @ 10:23:35 – La Bulgaria e l’Europa (III puntata) Parte delle difficolta’ nell’esaminare il problema dell’integrazione dei Rom in Bulgaria sono le critiche rivolte dall’estero. Variano dalle preoccupazioni generali ad un’attitudine a patrocinare la politica bulgara, come se lo stato dovesse essere mes…

Un racconto del 05/03/2006 @ 15:08:51 – Raccolto da Toon Machiels (BE) su Roma_Literature His i molo, na ‘s i mol’. C’era una volta in un paese non lontano da qui, un vecchio saggio Rom che viveva sulla riva di un grande lago. Questo vecchio saggio non aveva figli e viveva rivendendo l’acqua del lago: alcuni dovevano pagare e altri n…

Francia del 06/03/06 @ 09:09:23 – «Sono considerati stranieri in patria» Membro della Lega per i Diritti dell’Uomo e del collettivo Romeurope, Malik Salemkour sottolinea la stigmatizzazione e il rifiuto permanente verso le popolazioni itineranti, vittime di pregiudizi e sospetti …

Milano, periferia sud del 06/03/06 @ 10:00:06 – Un’altra galleria fotografica, offerta dalla cooperativa LACI BUTI 2, impegnata nella potatura degli alberi. (grazie a Filippo Podesta’ per la collaborazione) L’…

La grande gara del permesso di soggiorno del 06/03/06 @ 13:05:24 – Ecco un articolo (penso a Storie italiane) che si ride per non piangere…A parte tutto, e’ da tanto tempo che non citavo piu’ LA VOCE, e’ il momento di rimediare: 01-03-2006La grande gara del permesso di soggiorno Pi…

Serbia e Montenegro del 06/03/06 @ 20:41:22 – Dragan Ristic segnala che l’ultima produzione di Asphalt-Tango, il cd KAL, ad una settimana dall’esordio e’ secondo nella classifica World Music Charts Europe. Girando tra i link, vi fate un giro musicale tra i sobborghi di Belgrado (e altrove!)…

Svezia – Repubblica Ceca del 07/03/06 @ 10:04:50 – Da: Fred Taikon su Czech_Roma e Nordic_Roma Bambino rom adottato muore per abusi Erik Ilesova, un bambino rom di Brno, era stato adottato da una coppia svedese, senza il consenso della madre naturale, Margita Ilesova, che non aveva mai accondisceso all’adozione. Quel bambino di quattro anni …

Serbia e Montenegro del 07/03/06 @ 10:13:37 – 27 febbraio 2006 – Ivana Stevanovic su Roma_ex_Yugoslavia La prima linea telefonica SOS per le donne rom vittime di violenza in Serbia e’ stata aperta a Nis. Il telefono SOS e’ rivolto alle donne e bambini dalle altre comunita’ etniche, mentre i volontari possono comunicare in …

Calcio e prostituzione a Germania 2006 del 07/03/06 @ 11:45:14 – E’ un appello che da ieri ha cominciato a girare in rete. Io ne vengo a conoscenza dalla mailing list contro il traffico di persone: Questo il testo in italiano: Il traffico umano interessa 800 mila persone ogni anno. Di queste il 90% sono donne e ragazze. La maggioranza e’ sfruttata sessualme…

Ultime notizie da Alexian del 07/03/06 @ 20:43:20 – Aggiornato il sito di Alexian, sono ora disponibili on-line le demo dello spettacolo Romano Etno Jazz clikka sul link per ascoltare http://www.alexian.it/mp3.htm ************************************ APPUNTAMENTI DI MARZO PROROGATA LA MOSTRA A LANCIANO PRESSO LA SALA CONVEGNI DELL’…

Come sono nati i ?campi nomadi? in Italia del 08/03/06 @ 10:13:37 – Copio una testimonianza interessante da Archivio Romano Lil: L?Italia e’ il ?paese dei campi?. Nell?opera di alfabetizzazione sostenuta da Romano Lil si riporta qui una testimonianza sulla nascita dei campi nomadi nei primi anni settanta del secolo scorso. Nati per …

Croazia del 08/03/06 @ 11:26:20 – Il dissolvimento della ex Jugoslavia, oltre ai massacri e alle miserie che seguono ogni guerra, ha portato in tutti i suoi territori a una redifinizione di alcuni diritti fondamentali, che riguardano tanto le popolazioni romani’ che gli altri cittadini,qualsiasi sia la loro etnia d’origine. Pri…

Lettera alla Gazzetta della Martesana del 08/03/06 @ 11:42:15 – Leggo oggi un articolo sul sito La Gazzetta della Martesana. Alcuni punti che mi interessano: la costruzione di una campo sosta per nomadi, per 120 persone, proposto senza nessuna programmazione territoriale e senza il coinvolgimento dei cittadini (Rom e italiani) che dovrebbero fo…

Non speculiamo sul piccolo Tommaso del 08/03/06 @ 12:22:43 – Ancora una volta si fa sciaccallaggio su una drammatica vicenda, il rapimento del piccolo Tommaso, alimentando sentimenti di razzismo e di xenofobia verso le Minoranze Etniche Linguistiche Nazionali Sinte e Rom. Questa volta l?infamia e’ caduta sulla comunita’ sinta guastallese e b…

Ultima ora: incendio a Milano del 08/03/06 @ 21:08:42 – Circa un’ora fa, e’ scoppiato un incendio al campo di via Barzaghi – Triboniano a Milano. La zona ospita diversi accampamenti, che contengono mediamente tra le 800 e le 2000 persone, anche se nessuno e’ in grado di offrire cifre precise. Un animatore e alcuni bambini che erano al vicino …

Zajedno/Insieme del 09/03/06 @ 14:41:38 – Novita’ e riflessioni dal blog di Aleksandra, che ancora una volta combina le cronache dalla Mahalla di Prokuplje con lo sguardo agli sviluppi dell’area.(al solito, linkando il titolo, leggete tutto l’articolo e potete vedere le immagini) 03-03-2006 – 20:48 CHE BELLO DORMIRE IN UN LETTO… Fin…

Colombia del 09/03/06 @ 22:54:26 – Di Dalila Gómez Baos, la candidata kali’ al senato colombiano, ne ho scritto abbondantemente qui. Le elezioni saranno il prossimo 12 marzo, e non faro’ a tempo a tradurre l’articolo che e’ apparso su NEW AMERICA MEDIA, chi vuole puo’ leggerlo in inglese o in spagnolo (…

LETTERA APERTA AL PREFETTO DI NAPOLI del 10/03/06 @ 09:16:21 – Gentile Prefetto, ci spiace disturbarLa di nuovo, ma non possiamo farne a meno davanti ai brutali fatti di queste ultime settimane. Da diverso tempo, infatti, nella provincia di Napoli assistiamo a una drammatica sequela di sgomberi forzati di baraccopoli rom (Rumeni o ex-Jugoslavi). Ultimo in ord…

Gran Bretagna e Irlanda del 10/03/06 @ 10:19:31 – ?La discriminazione diventa piu’ sottile? Pubblicato: Giovedi’, 2 marzo, 2006 LE PROTESTE globali seguite alla pubblicazione delle vignette sul profeta Maometto, hanno riportato il dibattito sulla liberta’ d’espressione e su come convivere rispettandosi l…

II Forum mondiale dei Diritti Umani del 10/03/06 @ 10:53:58 – Il secondo Forum Mondiale sui Diritti Umani si terra’ presso il Nantes Me’tropole International Convention Centre dal 10 al 13 luglio 2006 (in ricorrenza del 40° anniversario dell’Adozione della Convenzione Internazionale sui Diritti Civili, Politici, Economici, Sociali e Culturali, da p…

Triboniano notizie del 10/03/06 @ 12:41:11 – Sulla situazione conseguente l’incendio di due giorni fa, ricevo ora questa nota da Maurizio Pagani, vicepresidente Opera Nomadi Milano: In mattinata sono stati espulsi c.ca 80 rom, prelevati a gruppetti dal campo e reimpatriati in aereo a Bucarest. Durante la prima notte, quella dell’incendio, una …

Il leone e il transgender del 11/03/06 @ 10:07:44 – Ieri le agenzie stampa non credevano ai loro tasti: avevano di seguito due notizie serie sui Rom. La prima riguardava un incendio che aveva lasciato 400 persone per strada (peccato che ancora non si capisca come va a finire). La seconda che il senatore Livio Togni, per contestare la sua mancata rica…

Gran Bretagna e Irlanda del 11/03/06 @ 10:17:00 – Pubblicato su Roma_Media Da: Rokker Radio BBC Local Radio in Inghilterra ha appena commissionato un programma di due ore settimanali per i 300.000 Romanichals e Viaggianti della Gran Bretagna. Il programma si chiamera’ Rokker (Parlare) e andra’ in onda domenica dalle 17.00 alle…

Bulgaria del 11/03/06 @ 10:19:31 – Gli studenti delle classi sul folklore rom celebrano la festa nazionale di Deyan Kolev ? Amalipe BG Il 3 e’ [stata] la festa nazionale bulgara, in cui viene celebrata la liberazione dal dominio turco e la restaurazione dello stato bulgaro nel 1878. Purtroppo, il crescente nazionalis…

Serbia e Montenegro del 11/03/06 @ 10:33:07 – La prima moschea rom dei balcani da costruire nel sud della Serbia.Bujanovac. Il presidente della comunita’ religiosa islamica di Bujanovac, Presevo e Medveda (Serbia del sud) mufti Nexhmedin Sacipi, ha dichiarato che una moschea rom si iniziera’ a costruire nella seconda met..

Russia del 12/03/06 @ 10:16:02 – La comunita’ rom di Volgograd, che e’ stata recentemente in Italia, comunica che ha variato il suo indirizzo: ISO “Roma Association” Str. Essentukskaya 19 room 38Volgograd, 400094 Russia Phone/fax: +7(8442) 301-278, 397-127E-mail: gorbatov@interdacom.ru inoltre, per chi volesse conoscerl…

Slovacchia del 12/03/06 @ 10:31:34 – da Roma Press Agency Kosice, 5 marzo (RPA) ? Con l’inizio di marzo, STV 2 ha cambiato gli orari e la programmazione delle trasmissioni dedicate ai Rom. Quella che era una programmazione bimensile, diventa bisettimanale. La prima puntata del nuovo formato ?So vakeres?? (Cosa…

lettera alla Protezione Civile del 12/03/06 @ 10:55:55 – Al Responsabile della Protezione Civile Nazionale – Roma Stim.sso Dott. Bertolaso, Come forse avra’ appreso dalle cronache dei mezzi di informazione, nei giorni scorsi l?ennesimo, drammatico incendio di questo lungo inverno ha distrutto una vasta parte dell?insediamento Rom di Via …

Parole antiche e nuovi lettori del 13/03/2006 @ 10:08:44 – Sul termine Mahalla (o Mahala: i puristi non hanno ancora deciso quale sia la forma giusta), avevo dato una prima spiegazione lo scorso 25 maggio. Piu’ recentemente avevo aggiunto delle informazioni che mi arrivavano dall’Egitto, dove avrebbe avuto origine e sussiste tuttora in altre forme. L’…

INTEGRANDO: in provincia di Milano qualcosa si muove⦠del 13/03/2006 @ 10:25:42 – Un appuntamento segnalato da pensieri in migrazione: e’ stato annunciato un interessante appuntamento nei prossimi giorni a Milano.il titolo e’: âCostruire l’integrazione nelle comunita’ multiculturali”. Si svolgera’ martedi’ 14 marzo 2006, a partire dalle ore…

Germania del 13/03/2006 @ 13:27:46 – Marzo 2006 – 14:32 MEZ (APA/dpa) Il Consiglio Tedesco dei Sinti e dei Rom ha chiesto di abrogare l’identificazione di una persona come appartenente a minoranze etniche, religiose e sessuali, da parte delle istituzioni statali e dei media. Il Consiglio della Stampa Tedesca ha rifiutato, dicendo…

Lettera e tentativo di risposta del 14/03/2006 @ 10:55:51 – Ricevo e ripubblico, col permesso dell’autrice, questa lettera datata 12 aprile: Caro Fabrizio, non so se lo sai, ma a a Roma ieri e’ morta una bambina. Era piccola, aveva appena 18 mesi. Giocava sul ciglio del fiume, un branco di cani lâha inseguita, piena di terrore e’ scappata e cad…

COMUNICATO STAMPA AVEN AMENTZA del 14/03/2006 @ 12:02:26 – E’ di tre giorni fa, lo ripubblico ora prima che sulla vicenda cali il silenzio:Il Comune di Milano sta approntando, con ampio ritardo, la cosiddetta messa in sicurezza del campo comunale per Rom in via Triboniano 210-212, costituito il 6 nov. 2001 e subito uscito⦠di sicurezza, per unâimprovvido sq…

Aggiungi un posto a tavola del 14/03/2006 @ 15:11:19 – Crisi idrica nel nordest milanese. Da questa mattina Tikla e tutti i suoi sono immersi in un grande pentolone, a strofinarsi con cura la polvere di decenni. Zio Kalderosh sta provandosi il vecchio vestito blu del suo matrimonio. Riporto, via Mirumir: “La visione del primo confronto televisivo…

Serbia e Montenegro del 15/03/2006 @ 10:52:47 – La Serbia-Montenegro cerca di integrare i rom Come firmataria dell’iniziativa “Decennio dell’inclusione rom”, la Se…

Europa, votata la risoluzione per la lotta contro il razzismo nel calcio del 15/03/2006 @ 11:52:15 – Ieri il Parlamento europeo ha adottato formalmente una risoluzione sul tema del razzismo nel calcio che e’ stata firmata da 420 parlamentari (e’ un record: nessuna risoluzione scritta ha mai ottenuto un numero cosi’ alto di firme). La risoluzione chiede sanzioni dure e efficaci con…

Documenti CeSPI del 15/03/2006 @ 15:33:00 – Nuovi documenti sui trend migratori dalla Romania, dall’Egitto e sul ruolo degli enti locali. Testo in italiano, cliccare sull’immagine …

Romania del 15/03/2006 @ 20:18:43 – Per quelli che sono sempre in cerca di fortografie, ecco una bella rassegna di faccioni in bianco e nero. cmikotto su Flickr…

Concorso per studenti del 16/03/2006 @ 10:36:45 – La Campagna europea contro le discriminazioni, invita gli studenti degli istituti artistici e del design, a mettere la loro creativita’ a servizio della diversita’, partecipando al concorso per il manifesto “Rompere gli stereotipi”. Il concorso, aperto agli studenti di tutti gli stati …

La mangiatoia (I) del 16/03/2006 @ 10:40:49 – âInformatevi su quanti soldi effettivamente hanno visto i Rom, su quanto costa una fontanella o l’allaccio dell’acqua. …❠era uno dei punti che suggerivo in Come sopravvivere alle elezioni (e a cio’ che segue). L’estate scorsa, usci un articolo de il Giornale: Via Idro, dove la conviven…

Colombia del 16/03/2006 @ 11:33:16 – Attendendo i risultati definitivi delle elezioni in Colombia, questo e’ il riassunto di una parte della storia piu’ recente dei Rom di Colombia, che fornisce spunti utili anche per il futuro: I Rom e la politica: INCURSIONE NEL PROCESSO ELETTORALE Prima di rispondere alle domande…

Discriminazione o integrazione: bimbi Rom, iniziativa a Roma del 16/03/2006 @ 11:48:44 – Un libro per educare ad integrarsi e per sostenere finanziariamente un progetto di integrazione di bambini Rom. E’ il romanzo di Carola Flauto – prefazione di Beppe Grillo – che sara’ presentato a Roma: “Taoma e il mondo di giunglaparola”, Albatros Edizioni. …

Francia del 16/03/2006 @ 15:56:42 – GIUSTIZIA Campo Rom incendiato: come prosegue il processo al sindaco Il processo contro il sindaco di Emsisheim, Alto Reno, rimandato a maggio. Lo scorso gennaio aveva ordinato di dare fuoco a diverse case mobili di Rom Croati e Rumeni, per “ripulire” un accampam…

Murales sui Travellers irlandesi del 17/03/2006 @ 08:44:05 – Merry st. Patrick Day!! Dipinto su un muro a Rosnareen Park, Andersontown Belfast, e tuttora esistente. Foto tratta da Conflict and Politics in Northern Ireland Si aggiunge: May you always have…Walls for the winds A roof for the rain Tea beside the fire Laughter to cheer you Those you love near you An…

Macedonia del 17/03/2006 @ 11:18:19 – Un festival Tv dedicato ai Rom Il premio che verra’ assegnato ai vincitori della quarta edizione del âRoma Film festival❠e’ una ruota dâoro (Golden Wheel) che richiama…

“Carovane tra le pagine” a Milano del 17/03/2006 @ 13:22:18 – Settimana prossima, un appuntamento a cui non manchero’ di sicuro (il programma e’ ancora provvisorio. Vi aggiornero’ in settimana) Giovedi’ 23 marzo ore 21 alla Libreria Calusca …

Danimarca del 18/03/2006 @ 10:43:37 – Segretario di Stato Signora Condoleezza Rice, siamo delusi riguardo il blando resoconto sulla situazione dei diritti umani in Danimarca nel 2005 che il suo dipartimento ha pubblicato, e in particolar modo per l’assenza di menzione dei problemi della minoranza rom. Crediamo che le ripercussioni in tu…

Campo nomadi una vicenda senza regole che dura da vent´anni del 18/03/2006 @ 11:00:39 – La vicenda e’ introdotta nel blog Sucar Drom: Le fiamme si sono levate alte ieri notte nel “campo nomadi” che sorge nella pineta dellâArenosu ad Alghero. Si e’ svegliato appena in tempo l’anziano Rom che dormiva da solo nella baracca che ha preso fuoco. Il rogo sembr…

Romania del 19/03/2006 @ 09:35:48 – TIRGU MURES â La locale OnG Pro Europe League, in cooperazione col Consiglio d’Europa, ha presentato uno studio sulle discriminazioni etniche e razziali nelle regioni di Arad, Cluj, Harghita, Timis e Sibiu. Gli autori sono giunti alle conclusioni che gli stessi incaricati di far rispettare la l…

13° Concorso Artistico Internazionale Amico Rom del 19/03/2006 @ 13:30:23 – segnalazione di Daniela De Rentiis: Poesia – Narrativa – Teatro – Fotografia Disegno – Pittura – Scultura – Musica Saggistica – Video – Documentario – Film. OPERE EDITE ED INEDITE – PREMI SPECIALI PER BAMBINI E SCUOLE Regolamento 1 )…

Novara: Campo nomadi: chiesto un incontro con il Prefetto del 19/03/2006 @ 18:30:29 I residenti di via Fermi uniti ai Rom per sollecitare interventi Ieri mattina, venerdi’, gli abitanti della zona, assieme ai Rom ospiti, hanno fatto visitare il campo âprovvisorio❠ai giornalisti. Evidenziate le g…

Riferimenti: MAHALLA

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,

Milano, l’Opera Nomadi scrive alla Protezione Civile

21 Marzo 2006 Commenti chiusi


Pubblichiamo la lettera inviata alcuni giorni fa dall’Opera Nomadi Sezione di Milano al Responsabile della Protezione Civile, Bertolaso, dopo l’incendio sviluppatosi nell’area di via Triboniano a Milano.

Stimatissimo dottor Bertolaso,
come forse avrà appreso dalle cronache dei mezzi di informazione, nei giorni scorsi l?ennesimo, drammatico incendio di questo lungo inverno ha distrutto una vasta parte dell?insediamento Rom di Via Triboniano a Milano, privando di alcun riparo centinaia di persone di cittadinanza romena.
Nel corso di poche ore, oltre trecento persone, in gran parte bambini che frequentavano le scuole del quartiere, donne, anziani e uomini adulti hanno infatti perso tutto quanto possedevano.

L?intervento delle Autorità Pubbliche e della stessa Protezione Civile Comunale, la cui sede dista poche centinaia di metri dall?accaduto, si è tuttavia limitato alla sommaria indicazione di una pronta accoglienza in alcune strutture comunali, prive però delle effettive attrezzature per l?accoglienza (nei locali della stessa protezione civile è stata messo a disposizione solo il refettorio con delle coperte ma senza l?ausilio di brandine, uso delle docce, assistenza psicologica alle persone ecc.).
L?indomani la situazione non appariva mutata, tant?è che i posti letto disponibili nei cameroni aperti per ?l?emergenza freddo invernale? che ospitano i ?senza fissa dimora? erano solo 8.

Crediamo che valga la pena riassumerLe brevemente e senza eccessiva enfasi quale era la situazione reale che nel frattempo si viveva e si vive tutt?ora nell?insediamento rom.
Donne e bambini giacevano distesi per terra, lungo i muri di cinta che fronteggiano il Cimitero Maggiore, sotto una coltre fitta di coperte, tra immondizie e pericoli di ogni genere e topi, tanti topi.
Molti sono quelli che hanno trascorso le notti in macchina, con tutta la famiglia, accendendo di tanto in tanto il motore per attivare il riscaldamento.
All’interno dell?area comunale scampata all?incendio vi era una processione continua di gente da una roulotte all’altra, dove le persone si stipavano silenziosamente una accanto all?altra per passare la notte. E questo accadeva anche per i bambini che, stremati, dormivano a gruppi di 5 o 6 in un?unica branda.
Neonati, bambini di pochi mesi, minori malati sono rimasti, malgrado quello che era successo, senza alcuna forma di assistenza se non quella minima che in quelle condizioni potevano dargli i propri sventurati genitori, eppure era ben noto come in quel ?campo?, abitato inizialmente da 600 ? 700 persone, vi fossero anche numerosi minori con patologie gravi per le quali lo stesso Tribunale per i Minorenni ha predisposto nel tempo delle misure di protezione.

Ancora una volta sono quindi mancati quegli interventi umanitari, di conforto e assistenza minima che pure ormai riteniamo abituali e meritori in occasione di un blocco stradale, di un evento con un gran numero di persone e non solo nelle calamità che in ogni dove percorrono periodicamente il nostro Paese.

Anche nei giorni successivi all?evento non è stato predisposta alcuna azione volta a verificare se e in quale misura vi fossero situazioni di reale disagio o di richiesta di aiuto da parte delle persone, eppure sul luogo erano presenti per interventi di ordine pubblico forze di polizia dello Stato e locale, ma non assistenti sociali e personale sanitario dei servizi del territorio.

Pur conoscendo le condizioni e i motivi, accidentali, per i quali si è sviluppato l?incendio, non sono state infine predisposte quelle misure minime atte a scongiurarne efficacemente un altro, che infatti potrebbe ripetersi in qualsiasi momento con esiti ancor più drammatici.

A fronte di quanto sopra descritto riteniamo che l?impiego e l?intervento della Protezione Civile Comunale, nel suo coordinamento e non certo per l?abnegazione degli operatori, abbia seguito un criterio ?politico? pregiudiziale, non ottemperando ai propri obblighi di assistenza umanitaria verso persone in stato di grave necessità e gettando un?ombra di discredito e preoccupazione sull?operato di un?istituzione che per i propri indiscussi meriti si è guadagnata in Italia e all?estero un generale apprezzamento e simpatia.

Distinti saluti
il Consiglio Direttivo
Opera Nomadi Sezione di Milano

Per informazioni e contatti diretti
Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Milano
via Archimede n. 13, 20129 Milano
telefono 02 84891841 – cellulare 3393684212
e-mail: operanomadimilano@tiscalinet.it

Riferimenti: l’incendio

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,