Home > Senza categoria > SUCAR PLAZA, residence per Sinti Emiliani a Guastalla (RE)

SUCAR PLAZA, residence per Sinti Emiliani a Guastalla (RE)

25 Novembre 2005


Come sapete a Guastalla stiamo realizzando una micro area residenziale per Sinti Italiani. La progettualità, sostenuta dal Comune di Guastalla e dalla Regione Emilia Romagna, è iniziata tre anni fa con la stesura del progetto tecnico insieme alle famiglie sinte guastallesi.

Il progetto prevede sei terreni privati, uno per ogni nucleo familiare, con sei casette prefabbricate. Il progetto si è reso possibile grazie al lavoro dell’Ufficio Tecnico del Comune di Guastalla, dell’Associazione Sucar Drom e del facilitatore culturale sinto guastallese, Fabio Suffré.

Questa progettualità è uno dei primi esempi in Italia di habitat per le Minoranze Etniche Linguistiche dei Sinti Italiani, costruita attraverso le metodologie della mediazione culturale.

L’apporto dell’Associazione Sucar Drom si deve al sostegno finanziario dell’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Mantova. In questi giorni stiamo pensando di inaugurare il residence giovedì 8 dicembre 2005.

Nei prossimi giorni vi aggiorneremo. Di seguito l’ultima bozza di gestione e utilizzo del residence che stiamo discutendo con le famiglie sinte e con l’amministrazione comunale.

gestione e utilizzo
residence
SUCAR PLAZA
Comune di Guastalla

ARTICOLO 1 – DEFINIZIONE
Il residence, di via Argine Po a Guastalla, è denominato Sucar Plaza (bella piazza, traduzione dal sinto italiano).
Il residence è di proprietà comunale, atto ad offrire alle famiglie sinte di antico insediamento, residenti a Guastalla, un?abitazione in cui vivere con stabilità, tranquillità e sicurezza, offrendo il proprio contributo culturale, sociale e lavorativo alla comunità guastallese.
I sei lotti che compongono il residence sono a tutti gli effetti legali e giuridici l?abitazione delle famiglie assegnatarie.

ARTICOLO 2 ? STRUTTURA
Il residence è composto da sei lotti indipendenti.
Ogni lotto, abitato da una singola famiglia, è dotato di una struttura abitativa diurna, di uno spazio per il posizionamento di strutture abitative notturne di proprietà delle stesse famiglie e uno spazio verde.
Le sei strutture abitative diurne sono strutturate con un soggiorno / cucina e un bagno. Ogni struttura abitativa diurna ha propri allacciamenti indipendenti all?energia elettrica, all?acqua potabile, al gas metano ed è provvista di una propria rete fognaria.
Ogni spazio per il posizionamento delle strutture abitative notturne è pavimentato e dotato di un punto di erogazione dell?energia elettrica indipendente.
Ogni spazio verde privato è dotato di un punto di erogazione dell?acqua da pozzo in comune.
Il residence è dotato di un parcheggio auto comune e di un servizio igienico ad uso delle famiglie ospiti.

ARTICOLO 3 ? ASSEGNAZIONE LOTTI
I sei lotti sono assegnati alle sei famiglie sinte guastallesi, attualmente domiciliate sul territorio del comune.
Ogni lotto, identificato da proprio numero civico, è occupato da una singola famiglia che acquisirà la residenza anagrafica in via Argine Po, presso il residence.
Ogni famiglia firmerà un singolo contratto con il Comune di Guastalla, dove dovranno essere descritte, oltre alle principali caratteristiche dell?immobile concesso in locazione, anche le tipologie delle strutture abitative notturne, di proprietà dell?assegnatario, che potranno essere installate nella piazzola annessa all?unità abitativa, solo se a norma con l?impianto elettrico.
Una famiglia, qualora decida di recedere il contratto di assegnazione, lo comunicherà preventivamente al Sindaco, all?Ufficio Tecnico e all?Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Guastalla.

ARTICOLO 4 ? OSPITI
Ogni famiglia potrà ospitare nel proprio lotto, per periodi limitati, una o più famiglie ospiti, comunicando preventivamente al Sindaco la durata delle permanenze delle stesse. Ogni famiglia si assume la responsabilità di eventuali danni materiali causati dalle famiglie ospitate.

ARTICOLO 5 ? RESPONSABILITÀ DELLE FAMIGLIE ASSEGNATARIE
Ogni famiglia è direttamente responsabile della corretta gestione, pulizia, igiene e manutenzione ordinaria del lotto e delle strutture assegnate, dell?eventuale riparazione dei danni causati alle stesse e/o anche da persone estranee alla famiglia.
Eventuali nuove costruzioni, anche se precarie, dovranno essere preventivamente autorizzate dall?Ufficio Tecnico del Comune di Guastalla. Sono vietate le costruzioni non autorizzate di qualsiasi genere.
Gli automezzi dovranno essere parcheggiati negli appositi spazi adibiti a parcheggio. La velocità degli automezzi all?interno del residence deve essere moderata per garantire la sicurezza dei presenti.
Ogni famiglia deve provvedere alla raccolta differenziata dei propri rifiuti, utilizzando gli appositi contenitori.
Lo smaltimento dei rifiuti ingombranti dovrà avvenire a cura e spese dei residenti direttamente nelle isole ecologiche.
Le famiglie sinte sono collettivamente responsabili della conservazione delle strutture e delle attrezzature presenti, nonché del corretto utilizzo e pulizia di tutti gli spazi comuni e del servizio igienico riservato agli ospiti.
Chiunque sia sorpreso a scaricare rifiuti sull?area o sul terreno circostante sarà sanzionato conformemente alla normativa vigente.
Le famiglie residenti dovranno comunicare all?Amministrazione Comunale il nominativo di un responsabile del residence che avrà le funzioni e i compiti assegnati dal presente regolamento e dalle norme vigenti.
Nel caso di danni per i quali non sia individuabile l?autore materiale, la spesa per la riparazione sarà addebitata a tutte le famiglie presenti nel residence.

ARTICOLO 6 ? ONERI A CARICO DELLE FAMIGLIE ASSEGNATARIE
Ogni famiglia stipulerà singoli contratti per le diverse forniture (energia elettrica, acqua potabile e gas) presenti su ogni singolo lotto.
La commissione (articolo 8) verificherà, ogni bimestre il primo anno e semestralmente negli anni successivi, le capacità economiche delle singole famiglie a sostenere gli oneri derivati dai contratti sottoscritti per le diverse forniture.

ARTICOLO 7 ? RUOLO DELL?ASSOCIAZIONE SUCAR DROM
L?Associazione Sucar Drom, costituita dall?Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Mantova, sosterrà il Comune di Guastalla e le singole famiglie sinte, attraverso le metodologie della mediazione culturale, nella gestione del residence e segnalerà l?eventuale sussistenza di problemi ai Settori competenti del Comune di Guastalla con i quali collabora ai fini della risoluzione degli stessi.
L?associazione partecipa ai lavori della Commissione di Gestione del Residence.

ARTICOLO 8 ? RUOLO E ONERI DEL COMUNE DI GUASTALLA
Il Comune di Guastalla riconosce le Minoranze Etniche Linguistiche dei Sinti di cui tutela il patrimonio culturale e favorisce la fruizione dei servizi pubblici, privati e del privato sociale per una migliore tutela della loro salute, per la promozione del loro benessere sociale nonché per agevolare il perseguimento della loro autonomia economica e della libertà sociale.
Considera la mediazione culturale fondamentale attività diretta all?agevolazione dei contatti ed alla costruzione di relazioni tra gli appartenenti alla cultura sinta ed i soggetti, pubblici e privati, della restante comunità guastallese, per la realizzazione di una cultura della conoscenza reciproca, del dialogo e della comprensione fondata sull?acquisizione responsabile dei diritti e dei doveri.
Il Comune di Guastalla istituisce la Commissione di Gestione del Residence, presieduta dal Sindaco o da un suo delegato, formata da un Responsabile dell?Ufficio Tecnico e da un Responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Guastalla, dal Rappresentante dell?Associazione Sucar Drom e da un rappresentate delle famiglie sinte che verificherà la gestione del residence.
Il Comune di Guastalla potrà supportare economicamente le famiglie in difficoltà nel pagamento delle utenze, previo parere della Commissione.
Nella gestione del residence sono coinvolti i seguenti Settori Comunali: Servizi Sociali e Lavori Pubblici.
Il Settore Lavori Pubblici garantirà la manutenzione straordinaria del residence e della viabilità di accesso.
Il Comune si farà carico delle sole spese di energia elettrica relative al funzionamento dell?impianto di illuminazione pubblica presente all?interno del residence e dell?impianto fognario.
Il Comune supporta le famiglie nella manutenzione ordinaria (in particolare per la rete fognaria) e nelle migliorie al residence. Fornisce, anche tramite altre aziende e servizi convenzionati, la disinfezione e disinfestazione da insetti e animali nocivi alla salute pubblica.
Il Comune di Guastalla si impegna a creare un nuovo accesso stradale per lo stesso da via Rosa Luxemburg.
Il Comune di Guastalla ha facoltà, in qualsiasi momento, di eseguire verifiche per costatare lo stato d?uso delle strutture ed il rispetto delle disposizioni del presente regolamento.

Riferimenti: Comune di Guastalla

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,
  1. dknight
    5 Dicembre 2005 a 11:28 | #1

    Complimenti, Carlo, anche il regolamento o statuto mi sembra molto adeguato – è evidente che c’è stata una progettualità partecipata! Avrei tanta voglia eventualmente di vedere questo campo…
    David

  2. sucar.drom
    5 Dicembre 2005 a 14:14 | #2

    ciao David, si c’è stata una progettualità partecipata, il tutto è durato cinque anni (la scelta del luogo, l’acquisto dell’area, la progettazione,…).
    l’inaugurazione non sappiamo ancora di preciso quando la faremo, comunque penso entro questo mese… non abbiamo fretta. naturalmente vi inviteremo. ci saranno gli u sinto a suonare.
    ciao, carlo

I commenti sono chiusi.